Altaroma 2019, ecco la moda che verrà

Altaroma 2019, ecco la moda che verrà

Roma stamattina si sveglia con il sorriso sulle labbra: la nuova edizione della settimana della moda romana è in arrivo e occuperà -battezzandoli- i nuovi spazi industriali di Prati Bus District, l’ex Deposito Atac di Roma.

Il calendario è fittissimo, quattro giorni di immersione totale tra talk, sfilate, proiezioni, mostre e laboratori, in varie location distribuite per Roma, dal Prati Bus District (quartier generale dell’evento, con sfilate, show case e proiezioni), alla boutique di Stella Tures in via dei Gracchi, passando per la galleria Basement che ospiterà tre giorni di workshop gratuiti, nell’ambito di #ArtisanalIntelligence.

Il programma, come di consueto, è configurato in tre sezioni: Fashion Hub, dedicata a scouting, formazione e promozione della creatività emergente; Atelier, contenitore di sfilate e presentazioni di maison di couture, neo-couture, piccoli atelier, sartorie e artigianalità; In Town, destinata a iniziative e attività connesse alla moda che, durante la manifestazione, colgono l’occasione per promuoversi e instaurare contatti utili al proprio business in città.

Molti di questi eventi sono su invito (chiedete gli accrediti a: accrediti@altaroma.it | +39 06 6781313), altri però sono free entry e vale la pena dare un’occhiata: oggi, per esempio, potete partecipare gratuitamente al workshop “Ceramica come seconda pelle” con Andrea Anastasio, presso la galleria Basement dalle 15:00 alle 19:00. Oppure, alle 15.30 potete andare al CNA FEDERMODA ad ascoltare il talk “Le radici del Made in Italy”.

E per finire la serata, se nel frattempo ancora non siete riusciti ad avere accrediti, potete gustarvi il documentario di Lisa Immordino Vreeland “Love, Cecil” sulla vita del grandissimo fotografo Cecil Beaton. La proiezione è al PRATIBUS DISTRICT – Sala 2 alle 19, ma andate prima, che si entra fino ad esaurimento posti!

E che l’Alta Moda sia con voi!

 

I commenti sono chiusi.