CANNIBALE

CANNIBALE

Nella testa i CCCP, nel cuore il motto ‘’ Che ne sanno i Duemila’

L’8 aprile e’ stata inaugurata la mostra ’77, Anno Cannibale a ingresso gratuito al Pan di via dei Mille di Napoli nell’ambito delle iniziative del Comic(on)Off.

La mostra vanta circa centocinquanta tavole originali, attraverso le quali, oltre a testimoniare l’attività di “Cannibale” – parallela a quella del settimanale satirico “Il Male” e anticipatrice dell’orientamento che avrebbe avuto il mensile “Frigidaire” – gli organizzatori hanno voluto delineare la dimensione storica e culturale nella quale si muovevano gli autori che animavano quel caos cartaceo. Spazio, quindi, anche per i lavori di Attilio Micheluzzi, Magnus, Jacovitti, così come per quelli dei francesi Moebius, Caza, Pichard, Druillet, a fornire una panoramica sulle tipologie di storie che i lettori dell’epoca – non solo quelli di “Cannibale” – potevano trovare sui periodici a fumetti (da “Il Giornalino” e “Il Corriere dei Piccoli” fino alla sofisticata “AlterAlter”). Compariranno perfino tavole tratte dai tascabili per adulti prodotti dalla Edifumetto (il primo numero di “Sukia” uscì proprio nel ’77), assieme a vari oggetti di modernariato volti a recuperare il senso di un’epoca tanto magmatica quanto feconda di meraviglie pop. (alessandro di nocera)

 

I commenti sono chiusi.